Vai ai contenuti della pagina,

Storia

La nostra storia

Il futuro di Idrologica crescerà da radici sane e robuste, quelle coltivate nella storia dal Consorzio Agrario di Ravenna e da Cofra Impianti:

Consorzio Agrario di Ravenna
Il 24 giugno 1899, seguendo il vento del profondo rinnovamento in atto all’interno del capitalismo agrario italiano - che ebbe un’accelerazione fondamentale con la fondazione, avvenuta nel 1892, della Federazione italiana dei consorzi agrari - anche a Ravenna si costituì un Consorzio agrario cooperativo. Non era neppure un caso che padrini del nuovo istituto fossero alcuni dei più bei nomi della società ravennate. Quel giorno di primavera di fine secolo, si riunirono infatti, alla presenza dei notai Romanini e Rasi, personalità di spicco del panorama cittadino: tra gli altri, i conti Pasolino Pasolini e Carlo Rasponi, Pio e Terzo Stanghellini, Romolo Conti, Claudio Rasi e Giuseppe Erani. Lo scopo della nuova società cooperativa venne chiaramente esplicitato nell’atto costituivo: “la compra e vendita per conto dei consorziati di materie utili all’agricoltura.

Cofra Impianti
Cofra Impianti nasce nel 1973 come settore specializzato di Cofra Società Cooperativa, al fine di svolgere il servizio di irrigazione in agricoltura, per l’industria e nel settore parchi e giardini. Cofra Impianti è diventata nel tempo fra i promotori del risparmio idrico nel rispetto dell’ambiente, per la realizzazione di impianti irrigui che migliorano la produzione e la gestione dell’azienda agricola. Il settore si è esteso agli impianti di drenaggio, a quelli antibrina e a quelli antigrandine. Negli ultimi 20 anni si è poi consolidata anche una forte specializzazione negli impianti di fertirrigazione, consentendo un ulteriore razionalizzazione delle tecniche per il miglioramento qualitativo della produzione e impianti antibrina, un sistema per salvaguardare la produzione stessa adottando soluzioni col minor impatto ambientale possibile.